Natura 2000: la Rete ecologica europea

Natura 2000 è il nome assegnato dall'Unione Europea ad un sistema coordinato e coerente di aree, da cui il termine "Rete", destinato alla conservazione della biodiversità presente nei territori dei Paesi membri.

La Rete si fonda su due Direttive:

  • la Direttiva 92/43/CEE, detta "Direttiva Habitat", che prevede l'individuazione e la protezione di siti caratterizzati da habitat naturali e seminaturali e specie animali e vegetali, considerati di intessere comunitario.
  • la Direttiva 2009/147/CE, detta "Direttiva Uccelli" che richiede sia la conservazione di numerose specie ornitiche sia l'individuazione di aree da destinarsi alla loro protezione. 

Per la costituzione della Rete Natura 2000 è stata promossa l'istituzione dei seguenti siti:

  • le Zone Speciali di Conservazione (ZSC), designate in un primo tempo come Siti di Importanza Comunitaria (SIC), in esecuzione della "Direttiva Habitat"
  • le Zone di Protezione Speciale (ZPS), in esecuzione della "Direttiva Uccelli"

In Lombardia, fino ad oggi (dicembre 2018), sono stati istituiti 242 siti della Rete Natura 2000.

Il territorio dell'Unione Europea è stato suddiviso in nove regioni biogeografiche, ambiti territoriali omogenei dal punto di vista vegetazionale, geologico e climatico: boreale, atlantica, continentale, alpina, mediterranea, macaronesica, steppica, pannonica e regione del Mar Nero. I siti Natura 2000 individuati in Lombardia ricadono esclusivamente nelle regioni biogeografiche alpina e continentale.

Le due Direttive contengono diversi allegati, che vengono periodicamente aggiornati, relativi agli elenchi delle specie e degli habitat che a vario grado necessitano di tutela. I tre allegati più rilevanti sono:

  • Allegato I della "Direttiva Habitat": raccoglie l'elenco degli habitat naturali di interesse comunitario la cui conservazione richiede la designazione di aree speciali di conservazione. Alcuni di questi ambienti sono a rischio di scomparsa in Europa. Per tale motivo necessitano di una tutela rigorosa e sono definiti habitat di interesse prioritario.
  • Allegato II della "Direttiva Habitat": elenca le specie animali (Mammiferi, Rettili, Anfibi, pesci, Artropodi e Molluschi) e vegetali di interesse comunitario la cui conservazione richiede la designazione di zone speciali di conservazione. Anche in questo caso sono individuate le speciale prioritarie.
  • Allegato I della "Direttiva Uccelli": identifica le specie di Uccelli per le quali devono essere previste misure speciali di conservazione sugli habitat per garantire la sopravvivenza e la riproduzione delle specie nella loro area di distribuzione.
go to top