Le normative di riferimento

Inquadramento generale

La Direttiva Nitrati (91/676/CEE) è il riferimento normativo a livello comunitario per la protezione delle acque e del suolo dall'inquinamento causato dai nitrati provenienti da fonti agricole.
La legislazione nazionale con il DM 19 aprile 1999 (Codice di Buona Pratica Agricola - CBPA), il D.Lgs. 152/2006 e il DM 25 febbraio 2016 ha dettato regole comuni alle Regioni per il recepimento della Direttiva Nitrati. In base alla normativa nazionale, alle Regioni è demandato il compito di designare le Zone Vulnerabili da Nitrati - ZVN (DGR VIII/3297/2006) e redigere i relativi Programmi d'Azione (DGR di Regione Lombardia X/5418/2016 Allegato A ZnVN per le Zone non Vulnerabili ai Nitrati e X/5171/2016  Allegato A ZVN per le Zone Vulnerabili ai Nitrati).
Con la riforma della Politica Agricola Comunitaria (PAC), il rispetto delle norme obbligatorie derivanti dall'applicazione della Direttiva Nitrati rientra nel quadro delle misure della Condizionalità. Un importante strumento a disposizione delle Regioni per sostenere gli agricoltori, nel rispetto dei nuovi obblighi derivanti dall'applicazione della Direttiva Nitrati, è il PSR che definisce le linee operative di intervento che le Regioni intendono attuare sul proprio territorio a sostegno di un sistema agricolo sostenibile, competitivo e multifunzionale.

Regione Lombardia

Italia

Unione Europea

Deroga Nitrati

 

go to top